Intervista

Intervista con il General Manager Giampiero Roncoroni

Intervista

Roncoroni

Quali sono state le performance di Zambon sul mercato Svizzero per il 2018?

 

Nel 2018 abbiamo fatturato 18.3 milioni di franchi svizzeri, in linea con le previsioni di budget, e con nostra grande soddisfazione poiché il contesto in cui operiamo, ovvero il mercato farmaceutico odierno, si caratterizza per dinamiche sempre più sfidanti, quali la continua pressione sui prezzi dei farmaci rimborsati e l’introduzione di nuovi farmaci generici.

 

Quali sono i prodotti chiave per il mercato svizzero?

 

Nel 2018 vari prodotti hanno raggiunto un fatturato record. Siamo oltremodo soddisfatti del risultato di Xadago, il nostro prodotto prioritario, che a 3 anni dal lancio si è ritagliato una posizione importante nella terapia di patologie neurodegenerative. Grandi soddisfazioni le abbiamo ottenute anche con i nostri prodotti classici: nel settore OTC primeggia il marchio Dolo-Spedifen, un analgesico in automedicazione. Infine, Perenterol, il nostro prodotto complessivamente più importante in termini di fatturato raggiunto, continua a essere apprezzato per le sue caratteristiche nel campo dei farmaci probiotici.

 

Quali sono i punti di forza di Zambon Svizzera SA?

 

Sono molti i punti di forza della nostra azienda che ormai rappresenta una storica realtà perfettamente integrata nel tessuto locale, che offre prodotti apprezzati e di qualità per la prescrizione medica ma che è presente anche in farmacia con un listino di prodotti per l’automedicazione con marchi molto noti: si pensi a Fluimucil storico frutto della ricerca del gruppo Zambon.

Se da un lato abbiamo una consolidata presenza presso i medici e le farmacie che riconoscono in Zambon un partner affidabile, dall’altro ci contraddistingue una spiccata flessibilità che ci consente di adeguarci rapidamente ai cambiamenti di mercato avendo a cuore un unico e nobile obiettivo: migliorare la qualità di vita dei pazienti.

 

Quali sono le sfide future che l’azienda è chiamata ad affrontare?

 

La sfida più importante è quella della digitalizzazione a tutti i livelli aziendali e con impatto su ogni processo interno, dal marketing al servizio esterno. La nostra azienda si distingue tradizionalmente per essere un’azienda aperta dove la centralità delle risorse umane che si muovono al suo interno è un elemento molto importante. Diventa quindi per noi prioritario poter disegnare l’organizzazione del futuro che sappia trattenere i propri talenti, operare al meglio in un mercato in evoluzione continua e rispondere con efficacia ai bisogni dei pazienti proponendo una gamma di prodotti e servizi di alta qualità.